La primavera-estate di Malena Mazza tra Hamptons, Palm Beach e MIA Fair

72 views Leave a comment

Si preannunciano una primavera ed ancor di più un’estate dense di appuntamenti per la celebre fotografa Malena Mazza, la quale sta approntando diversi appuntamenti, uno più prestigioso dell’altro: a brevissimo il famoso Palm Beach

Ed a proposito di prestigio, di glamour e di celebrità gli “Hamptons Fine Art Fair” rappresentano “la crème de la crème”, come si suole dire; evento che quest’anno si svolgerà, come da tradizione, in estate (per la precisione dal 13 al 16 luglio) all’interno del quale Malena Mazza (qui il nostro articolo sull’edizione 2022) presenterà “L’ultima serie delle mie foto che qua in Italia non sono ancora state esposte” come ci conferma.

Hamptons Fine Art Fair che tra gli innumerevoli appassionati sono conosciuti semplicemente come “Hamptons”, ovvero un luogo, a Southampton nello stato di New York, più che una semplice esposizione; qui, in un clima creato letteralmente ad arte, gli appassionati possono “alimentare la passione per il possesso d’arte”, come recita lo slogan. D’altronde stiamo parlando di un evento con numeri straordinari: oltre 130 gallerie, più di 500 artisti, 10.000 opere esposte per un valore superiore ai 150 milioni di $.

Un appuntamento, questo, che ha contribuito a far salire vertiginosamente negli USA il valore delle opere di Malena Mazza la quale, e qui sta una delle grandi novità di questa prima parte di 2023, a giugno sarà già agli Hamptons, “Per ritrarre a cavallo i più grandi collezionisti della zona”; a cavallo “In quanto tutti sono proprietari di maneggi”, come ci conferma l’artista i cui ritratti potranno essere ammirati presso la mostra sponsorizzata dalla CANA Foundation, fondazione che opera nella lotta contro il cambiamento climatico e per tutelare i cavalli selvaggi dell’America.

Malena Mazza: fotografa italiana celebre in tutto il mondo

Prima degli Hamptons l’artista sarà già protagonista negli “States”, a Palm Beach, dal 23 al 26 marzo, per “Palm Beach Modern + Contemporary”, evento internazionale di primaria importanza presentato da Art Miami.

Stati Uniti che sono uno dei tanti paesi dove l’artista gode di fama; artista appunto e non solo fotografa perché i successi riscossi, e che continua a riscuotere, nel mondo delle arti visive sono davvero innumerevoli. Una carriera che ha visto muovere i primi passi a Milano con la frequentazione della scuola di cinema arrivando a ricoprire in breve tempo il ruolo di assistente di regia e poco dopo di Primo Assistente di regia per “mostri sacri” quali i fratelli Taviani, Michelangelo Antonioni, Maurizio Zaccaro, Giancarlo Soldi e molti altri ancora. Malena Mazza che si occupa anche di videoclippubblicità, e programmi sul lusso (moda, arte, gioielli ecc..) fino ad arrivare alla fotografia, intesa a 360°, con un occhio particolare sul mondo della moda. Longines, Nina Ricci, Nivea, Damiani, Barilla, Illy Caffè, Fiat sono solo alcuni dei top brand per i quali ha realizzato campagne pubblicitarie, oltre alle collaborazioni intraprese con Vogue, Marie Claire e Glamour Donna su tutte.

Le sue opere vengono esposte alla Biennale di Venezia, alla Triennale di Milano, al Louvre, sui billboard a Time Square a New York, a Miami “ArtMiami” e ad Hong Kong. Più di 50 sono le mostre d’arte personali e moltissime le fiere: Art Basel dal 2015 al 2018, Artefiera Bologna, Art Miami, Hong Kong e MIA Fair a Milano dove nel 2022 ha vinto il premio Irinox.

Proprio al MIA Fair (23-26 marzo), ovvero la prima e più importante mostra d’arte dedicata alla fotografia in Italia, l’artista, bolognese d’origine e milanese di residenza, esporrà, allo stand A015 presso Design Italy, la sua nuovissima serie di opere, sempre focalizzata sulla situazione femminile, vista con un occhio fashion ed ironico.

Donna, intesa come universo femminile, che l’artista ritrae come soggetto particolare andando al di là del super inflazionato e semplicistico concetto di bello. Malena Mazza fotografa donne intente nello svolgere azioni della vita quotidiana, durante i lavori di casa per esempio, il che significa mettere l’accento sulla stridente dicotomia degli aspetti del femminile: la donna nella quotidianità, ma che, al tempo stesso, deve sempre essere perfetta, glamour e sexy come vuole la società; una donna tanto improbabile quanto reale, un’equilibrista della vita, che se non sta al gioco viene emarginata dalla società, diventa invisibile, come lo diventa con l’età. Qui “entra in gioco” il concetto di estetica che per l’artista significa ritrarre donne, indubbiamente belle perché anche la fotografia è esaltazione dell’estetica; e qui si avverte per i sensibili, una sottile quanto veemente critica alla società ed alla cultura attuale, una lettura solo per chi sa cogliere le sottigliezze dell’arte usata come denuncia.

Donna protagonista anche nell’esclusivissimo “Art Book by Malena Mazza” che ha fatto seguito a diversi libri fotografici di cui il primo con introduzione del Premio Nobel Dario Fo; Art Book by Malena Mazza, in edizione limitata in sole 100 copie numerato e firmato dalla fotografa, in cui viene trascritto, in una sequenza di fotogrammi, il monologo interiore dell’artista filmica, che si colloca nello sviluppo socioculturale femminile degli ultimi decenni.

Malena Mazza che quindi continua, tra un evento e l’altro, a sperimentare novità professionali rimanendo fedele al concetto secondo cui “Un fotografo è sempre un fotografo poiché, se è dotato della visione, quella ce l’ha a prescindere da cosa inquadra il suo obiettivo: il punto di vista è sempre personale”, in antitesi a quello, da lei stessa definito “Anacronistico”, della “separazione di carriera” tra categorie di fotografi.

Author Bio

Redazione

No Description or Default Description Here

You must be logged in to post a comment Login

Lascia un commento