Le Glycerin di Brooks portano l’azoto nelle scarpe da running

85 views Leave a comment

Brooks è da sempre una delle case più attive sul fronte dell’innovazione del mondo delle scarpe da running, grazie anche al fatto di essere specializzata e di produrre calzature solamente per gli appassionati della corsa.

Le Glycerin all’interno della vasta scelta dell’azienda americana, da sempre leader del settore, è quella più adatta a tutti gli allenamenti. La nuova versione Glycerin 20, in vendita al prezzo di 180 euro ha l’innovazione dell’intersuola DNA LOFT V3, un innovazione dell’azienda americana realizzata con una particolare tecnologia che sfrutta l’azoto per la nitro-infusione: un morbido e leggero blocco di gomma che resiste all’usura e può essere modellato con facilità per ottenere la forma desiderata.

Brooks Glycerin 20 la scarpa da corsa con l'azoto dentro

Il processo parte da un pezzo di gomma DNA di dimensioni ridotte trattato in una camera pressurizzata con l’aggiunta di azoto e con una pressione e temperatura stabilizzata. L’azoto assume una conformazione che grazie a una trasformazione chimica gli consente di penetrare completamente la gomma, gonfiandola. Il risultato è un materiale a cui è facile imprimere la forma desiderata, ma con le caratteristiche di rendere la scarpa morbida, reattiva e duratura.

  La tomaia in tessuto Air Mesh ingegnerizzato è elastica senza essere eccessivamente morbida come succede in alcuni modelli della concorrenza, asseconda invece i movimenti e offre una discreta calzata: all’azienda americana va il merito  d’innovare il settore con soluzioni inedite e spesso efficaci.
Author Bio

Redazione

No Description or Default Description Here

You must be logged in to post a comment Login

Lascia un commento