L’Associazione Women Of Change Italia e l’iniziativa per la difesa della maternità

272 views Leave a comment

L’Associazione Women Of Change Italia si impegna con dedizione nella promozione delle pari opportunità e nella salvaguardia dei diritti legati alla genitorialità. L’associazione offre il suo sostegno all’iniziativa denominata “LA MATERNITÀ (NON) È UN’IMPRESA”, promossa dal Ministero per la Famiglia, la Natalità e le Pari Opportunità. La Ministra Eugenia Maria Roccella, promotrice di questa iniziativa, sottolinea l’importanza di una collaborazione costruttiva per affrontare le sfide legate alla crisi demografica e al declino demografico nelle zone rurali.

Women Of Change Italia aderisce all’appello e rinnova il suo impegno a favore delle aziende, evidenziando l’essenzialità di promuovere una cultura organizzativa basata su principi quali parità, diversità ed inclusione.

Anita Falcetta, Presidente dell’Associazione e consulente aziendale con certificazione per la parità di genere in conformità allo standard UNI/PdR 125: 2022, sottolinea quanto sia cruciale garantire la maternità e i diritti delle donne al fine di promuovere il benessere economico, incrementare il PIL e favorire il successo delle imprese.

L’evento si è svolto presso il Tempio di Adriano a Roma ed è stato aperto dai saluti del presidente della Camera di Commercio di Roma, Lorenzo Tagliavanti. Durante l’evento, hanno preso la parola la Ministra Roccella, la Ministra del Lavoro e delle Politiche Sociali, Marina Elvira Calderone, Sabrina Prati, direttrice centrale dell’Istat, Luca Pesenti, professore associato di Sociologia presso l’Università Cattolica del Sacro Cuore, Giuseppe Tripoli, segretario generale di Unioncamere, e Laura Menicucci, capo del Dipartimento per le Pari Opportunità della Presidenza del Consiglio. La conduzione dell’evento è stata affidata a Giancarlo Loquenzi, giornalista di ‘Rai Radio Uno’.

Il Codice, proposto come strumento complementare alla Certificazione di Parità di Genere per le aziende, mira a sostenere l’empowerment delle donne nell’ambito lavorativo. Le aziende sono chiamate a considerare tre aspetti chiave:

  1. Agevolare il ritorno delle donne dalla maternità, fornendo supporto tramite coaching e accompagnamento.
  2. Promuovere la salute, inclusi eventuali screening relativi alla fertilità.
  3. Favorire un adeguato bilancio tra lavoro e vita (work-life balance), basando la valutazione delle prestazioni non solo sulla presenza fisica in ufficio, ma anche sul conseguimento degli obiettivi e l’adozione di modalità di flessibilità.

La Ministra Roccella sottolinea che questa alleanza è un’iniziativa volontaria e non entra in competizione con la certificazione di parità di genere. L’obiettivo è quello di promuovere un cambiamento culturale che riguarda la genitorialità e l’accoglienza delle mamme, contribuendo a costruire un futuro migliore.

La collaborazione tra istituzioni e imprese, come testimoniato dalla partecipazione di UNIONCAMERE, rappresenta un importante strumento per affrontare le sfide legate alle pari opportunità e per garantire la tutela della maternità e della genitorialità, contribuendo a far fronte alla crisi demografica.

L’evento si conclude con un messaggio video della Presidente del Consiglio, Giorgia Meloni, che sottolinea l’importanza di condividere le migliori pratiche al fine di migliorare la produttività e promuovere il benessere delle persone, sostenendo così la maternità. Un’azienda che tiene in considerazione le esigenze delle mamme e dei bambini può essere fondamentale per costruire un futuro migliore.

Author Bio

Redazione

No Description or Default Description Here

You must be logged in to post a comment Login

Lascia un commento