La storia straordinaria di HeyDude: da un dilemma locale a un miliardario Italiano

146 views Leave a comment

Due anni fa, Brown’s Shoe Fit si trovava ad affrontare un dilemma: come soddisfare la crescente domanda di scarpe HeyDude nei suoi 73 negozi nel Midwest. La situazione era talmente frenetica che spesso ricevevano solo una frazione delle scarpe ordinate. Adam Smith, Senior Manager di Brown’s e ex direttore di un punto vendita in Illinois, racconta: “Ricevevamo un quarto o la metà di quanto avevamo ordinato. L’intera nazione cercava di accaparrarsi quelle scarpe”.

Il fondatore di HeyDude, Alessandro Rosano, un imprenditore italiano residente a Hong Kong, aveva già sperimentato altri business, ma con HeyDude, noto per i suoi mocassini comodi e dal look “così brutto da essere carino”, ha colpito nel segno. Senza investimenti massicci in marketing, i ricavi hanno raggiunto i 581 milioni di dollari nel 2021, con un utile netto di 175 milioni. Nel dicembre dello stesso anno, Rosano ha ceduto il marchio a Crocs, un’azienda con una capitalizzazione di mercato di 6,2 miliardi di dollari, per 2,5 miliardi di dollari in contanti e azioni.

Il nuovo miliardario italiano

Con questa operazione, Rosano è diventato miliardario, con un patrimonio stimato in 1,4 miliardi di dollari da Forbes. Il suo socio d’affari e distributore americano, Daniele Guidi, ha guadagnato circa 787 milioni di dollari in contanti dall’operazione, secondo documenti depositati presso la Securities and Exchange Commission americana.

Rosano ha deciso di concentrarsi su iniziative di beneficenza e ha creato un family office per gli investimenti. Crocs, d’altra parte, sta sfruttando il marchio HeyDude, che ha generato un fatturato di 1,1 miliardi di dollari nell’ultimo anno, per potenziare ulteriormente le sue attività.

Il successo delle calzature comode

Le calzature comode stanno vivendo un periodo di grande successo. Crocs, con un fatturato complessivo di 3,6 miliardi di dollari nel 2022, punta a raggiungere i 5 miliardi di dollari entro il 2026 grazie al suo marchio di punta. HeyDude sembra ben posizionato per contribuire a raggiungere questo obiettivo. Nel 2022, HeyDude è stato il marchio che ha registrato la crescita più rapida nelle vendite al dettaglio, secondo la società di ricerche sui consumatori Circana.

La storia di HeyDude si contrappone a molte altre marche direct-to-consumer che, nonostante ingenti finanziamenti e attenzione sui social media, non sono riuscite a diventare redditizie. Ad esempio, il produttore di scarpe comode Allbirds ha visto il suo valore di mercato crollare da oltre 4 miliardi di dollari a 199 milioni di dollari dopo l’offerta pubblica iniziale del 2021.

 

Il percorso di Alessandro Rosano

Alessandro Rosano, con circa 55 anni, ha una lunga storia nel settore delle calzature. Cresciuto in Toscana, ha studiato commercio estero a Pistoia negli anni ’80. Anche se non ha conseguito una laurea, ha iniziato a disegnare scarpe a 18 anni. Prima di HeyDude, ha tentato altre attività, tra cui un distributore di scarpe chiamato Fratelli Diversi e un’azienda di orologi in legno chiamata WeWood.

HeyDude è stato fondato nel 2008 dopo che Rosano, tornando da un viaggio in Cina, ha notato la mancanza di scarpe moderne e comode sul mercato. Le scarpe HeyDude, leggere e dotate di lacci elastici, sono state progettate in Italia ma prodotte in Cina. La filosofia aziendale di Rosano era basata sull’equità e sulla responsabilità ambientale.

La crescita di HeyDude

Il marchio HeyDude è cresciuto rapidamente, passando da 20 milioni di dollari di fatturato nel 2018 a 191 milioni nel 2020. Durante la pandemia, quando i consumatori cercavano scarpe comode per rimanere a casa, HeyDude ha continuato a prosperare. Ciò è avvenuto nonostante la mancanza di un marketing significativo, ma grazie al passaparola e al suo prezzo accessibile.

Gli analisti e gli osservatori del settore delle calzature sono rimasti sorpresi dal successo di HeyDude, che è diventato rapidamente un marchio amato dai consumatori. Molte grandi catene di negozi, come Brown’s e The Buckle, hanno iniziato a rifornirsi di HeyDude prima che il marchio diventasse famoso su scala nazionale.

L’acquisizione da parte di Crocs

Nel dicembre 2021, Crocs ha acquisito HeyDude per 2,5 miliardi di dollari. Tuttavia, Wall Street non ha reagito positivamente all’annuncio, poiché il marchio era poco conosciuto sulle coste degli Stati Uniti. Tuttavia, Rosano aveva venduto il marchio in un momento di crescita esplosiva, mentre la domanda di scarpe comode era alle stelle. Al contrario, marchi come Allbirds erano stati quotati in borsa con una valutazione di 4,1 miliardi di dollari nonostante le perdite.

Crocs ha pianificato di sfruttare l’enorme potenziale di HeyDude. La società ha introdotto nuovi modelli e sta espandendo la distribuzione ai principali rivenditori. Tuttavia, ci sono stati ostacoli lungo il percorso, come la vendita di prodotti HeyDude a prezzi scontati su Amazon da parte di alcuni distributori.

Il futuro di HeyDude

Crocs intende investire pesantemente nel marketing di HeyDude, utilizzando piattaforme come TikTok e Meta. Sta anche pianificando molte collaborazioni per aumentare la visibilità del marchio. Tuttavia, resta da vedere se HeyDude riuscirà a replicare il suo successo sulle coste come ha fatto nel Midwest.

Il marchio deve affrontare la sfida di mantenere l’equilibrio tra la crescita e l’introduzione di nuovi modelli che potrebbero concorrere con il suo core business. Nonostante le sfide, HeyDude rappresenta un esempio di successo nell’industria delle calzature comode e un modello di business basato su un’idea intelligente e un budget limitato, dimostrando che il vecchio modo di costruire un’azienda può ancora funzionare.

Author Bio

Redazione

No Description or Default Description Here

You must be logged in to post a comment Login

Lascia un commento