L’ESTATE DELLE DIVE È IN “NOTHING SHOES”

0 views Leave a comment

Vogue le ha ribattezzate “nothing shoes” e stanno rapidamente imponendosi come il vero trend della stagione. Sarà perché la loro nuda essenzialità le rende ideali per l’estate, quando tutto ciò che si desidera è sentire la pelle libera (anche quella dei piedi); sarà perché il caldo ci invoglia a un look che non richiede sacrifici, sta di fatto che, per affrontare le alte temperature, la tendenza è sempre più quella di indossare una scarpa che sia quasi invisibile, ridotta all’essenziale grazie a laccetti e strap minimal e a dettagli realizzati in materiali come la lucite (nome scientifico: polimetilmetacrilato), che è una resina acrilica simile al vetro, ricercata per la sua trasparenza cristallina e sempre più utilizzata anche nella bigiotteria di alta qualità.

Tutto questo è la “nothing shoes” e siamo sicuri che diventerà per voi lettrici la scarpa ideale per l’estate come già lo è per le celebrities più amate del momento.

Le “nothing shoes” più cool e gettonate dalle star? Tre su tutte.

Senza dubbio le Yeezy lucite heels Kim K loves, le pump très chic di Louboutin predilette da Kim Kardashian. Prodotte in Italia, hanno tacco e fascia alla caviglia in trasparente lucite, limpida come l’aria per un tocco di levità mai visto prima.

 

Immagine A KIM KARDASHIAN

Della stessa collezione, incantevole anche il modello Djalouzi, le preferite di Gigi Hadid. La sua purezza e le sue linee sinuose, femminili e tuttavia essenziali, non hanno bisogno di commenti.

 

Djalouzi pumps GIGI HADID

 

E infine non potevamo non parlarvi dei sandali Nudist firmati da Stuart Weitzmann: si mimetizzano con il piede cui sono assicurati da due sottili laccetti color nude, come nude è il resto dell’elegantissima (e camaleontica) scarpa in morbida nappa. Quasi tutte le celebrities li indossano e la modella americana Chrissie Teigen sembra averne fatto un vero must.

Immagine-BCHRISSIE TEIGEN

Le celebrities hanno fatto la loro scelta per l’estate. E voi, siete pronte a imitarle?

You must be logged in to post a comment Login

Lascia una risposta