Open toe di Christian Louboutin: come raccontare la loro doppiezza?

0 views Leave a comment

Le open toe firmate Louboutin che  abbiamo indossato nelle calde sere d’agosto provengono direttamente dalla collezione Primavera-Estate 2015 di Christian Louboutin. Si tratta di scarpe relativamente comode, se consideriamo il fatto che parliamo di tacchi molto sottili, e che sono praticamene perfette abbinata  a qualsiasi outfit. Le abbiamo indossate sotto degli skinny jeans chiari a vita alta per andare a un aperitivo con le amiche e i nostri piedi sono stati i più osservati di tutto il locale. Le abbiamo indossate anche sotto una splendida gonna a ruota abbinata a una bellissima camicia bianca con le maniche a palloncino, e c’è da dire che queste scarpe iniziano a guadagnare senso proprio nel momento in cui vengono inserite in un contesto dal sapore retrò. Splendide anche sotto un abito nero per una serata elegante, preferiamo comunque queste scarpe in una versione anni ’60, all’interno della quale possiamo giocare a essere un po’ Dorothy de “il Mago di Oz” e un po’ Betty Rizzo di “Grease”. Il fatto che anche le suole di queste scarpe, come sempre accade per questo brand, siano rosse, potrebbe far credere chi non le ha mai provate che vi sia una quantità eccessiva dello stesso colore. Quando queste scarpe vengono messe ai piedi ci si accorge subito che non è così: la principale caratteristica di questo brand è che conserva, in ogni caso e anche in questo, una doppiezza caratteristica e assolutamente irresistibile che si declina nel fatto che la scarpa sprigiona energia, carattere, personalità anche se vista da dietro. Nessuno guarda le scarpe quando sono di spalle, a meno che non siano scarpe firmate Christian Louboutin. Questa doppiezza invade lo spirito di chi indossa queste calzature. Descriverla più di così? Impossibile! Certe esperienze non vanno raccontate: vanno provate!

You must be logged in to post a comment Login

Lascia una risposta