Galateo della scarpa, quante regole di bon ton conoscete?

0 views Leave a comment

Per molte donne, ma anche per molti uomini, le scarpe sono una vera e propria passione, un oggetto del desiderio, non solo un accessorio di stile ma anche un elemento emblematico con cui affermare se stesse e la propria personalità. Ma siete davvero sicure di conoscere anche il galateo della scarpa? Ecco allora alcuni consigli di stile e di bon ton per scegliere e sfoggiare al meglio le nostre scarpe preferite. 

Galateo della scarpa

 

 

 

 

 

 

Tacco

Il galateo della scarpa col tacco prevede che ad ogni momento della giornata e ad ogni occasione corrisponde una tipologia diversa di tacchi. Al di là delle mode il tacco a rocchetto, quello quadrato e quello a sigaro sono maggiormente adatte al giorno, mentre spillo e stiletto sono più da serata. Il tacco da preferire dovrebbe essere compreso tra i 5 e gli 8 cm ma in situazioni molto eleganti e formali si potranno raggiungere vette più alte. 

Scarpe aperte

Le scarpe aperte richiedono una certa cura del piede e non possono essere utilizzate in tutte le situazioni. Sarebbero infatti da evitare all’interno di luoghi di culto e sul posto di lavoro. Attenzione dunque a saper distinguere i contesti. 

Colore

Se in passato il galateo tradizionale imponeva l’abbinamento cromatico tra borsa e scarpe, oggi il galateo della scarpa prevede che le scarpe potranno o essere scelte in armonia con il resto del look o in contrasto diventando un vero e proprio gioiello della mise. Per le serate più esclusive, poi, si potrà optare per i toni metallici e su scarpe gioiello scegliendole con cura in base all’outfit.

Le scarpe da sposa

Secondo il galateo della scarpa devono essere distinte ed eleganti. Se si sceglie un modello in tessuto dovrà avere lo stesso colore dell’abito, se in pelle, invece, si dovrà scegliere una nuance più simile possibile al vestito. Le scarpe da sposa vanno indossate sempre con calze velate o velatissime color avorio: anche i sandali, sotto l’abito da sposa, andrebbero indossati con le calze, anche se, su quest’ultimo punto ci sono due scuole di pensiero, fra chi preferirebbe evitare la calza sotto ai sandali: il galateo della scarpa lo prescriverebbe. 

Calze. Si o no?

L’annoso problema “calze si, calze no” è sempre molto attuale. In linea di massima tutte le scarpe chiuse richiedono l’uso di collant, calze o autoreggenti, quelle aperte no, a meno che non si tratti di eventi molto formali. Il galateo della scarpa non contempla, inoltre, per la donna l’uso di calzini, gambaletti o simili. Tutte regole pienamente reinterpretate dall’alta moda. Il consiglio è, ancora una volta quello distinguere i contesti e la formalità che richiede la circostanza. 

E adesso, un consiglio sulle scarpe più iconiche dovrebbe avere:

I modelli must per ogni donna ed ogni occasione

  •  un paio di decolleté nere, semplici ed eleganti perfette per il lavoro e le occasioni formali
  •  un paio di open toe nude, perfette per la primavera
  •  dei sandali eleganti, perfetti per le grandi serate
  •  un paio di stivali, per fronteggiare con stile anche le giornate più uggiose
  •  un paio di mocassini o ballerine per godersi al massimo la stagione primaverile 

↓ DAI UN'OCCHIATA ANCHE A QUESTI ARTICOLI ↓