Lo stile animalier scelto da Martina Grasselli

0 views Leave a comment

Se non lo avessi ancora notato, lo stile animalier è un trend molto forte per la stagione autunno/inverno 2019! 

E se non lo hai ancora notato, leggi questo articolo

La maggior parte dei brand ha proposto almeno una versione di scarpa animalier, dai più grandi a quelli emergenti. Quello che ci piace di questo trend è che la scarpa assume carattere e conferisce un tratto distintivo a chi la indossa, difficile passare inosservati con un capo del genere.

Martina Grasselli si rivolge ad una donna con una femminilità contemporanea e sofisticata, per la quale la scelta di un dettaglio, di un capo o di un accessorio da indossare è fondamentale complemento alla sua immagine. Si diverte a giocare con l’androgino mescolando maschile e femminile e lo fa con grande eleganza. In questo articolo vi mostriamo alcune delle sue proposte in stile animalier.

 

Ma da dove arriva Martina Grasselli?

Sin da piccola Martina ha una grande passione per il viaggio e il design, ispirata da molte grandi donne nella sua famiglia, ha creato un stile artistico unico e molto personale. Dopo gli studi in Fashion and Textile Design presso la Nuova Accademia di belle Arti NABA a Milano, si è trasferita a Parigi dove ha studiato presso L’Ecole Superieure des Arts Apliques Duperrè. Ha poi lavorato per nomi prestigiosi come Christina Louboutin, Jean-Paul Gaultier e Stella McCartney. Il design di Martina fonde l’influenza dell’infanzia con la femminilità contemporanea, incorporando senza disarmonie le forme mascoline e dettagli concettuali.

E’ questa fusione che ha dato vita a COLIAC, che nasce come un brand di gioielli, guanti e cappelli che si è poi esteso accogliendo scarpe, borse e abbigliamento.
La scarpa simbolo di Martina è Fernanda, una scarpa che combina lo stile mascolino a elementi molto femminili come il metallo e le perle. Di seguito una foto:

fernanda coliac martina grasselli

Aneddoti sul nome scelto per il brand Coliac

“Coliac, il mio marchio, e’ il cognome di mia nonna materna, ultima discendente di una nobile famiglia di origine francese che ha vissuto, a cavallo tra la fine dell’ 800 e i primi del ‘900, un periodo di grande eleganza. Per non far scomparire il cognome ho deciso di dare continuità alla loro storia dedicando loro una collezione di accessori e bijoux: mi sembrava coerente con la loro cultura del bello”.

 

Tu hai già scelto la tua scarpa animalier per la stagione autunno/inverno 2019?

↓ DAI UN'OCCHIATA ANCHE A QUESTI ARTICOLI ↓