Addio Carla Fendi, regina della moda

0 views Leave a comment

Il mondo della moda vive un grande lutto: la morte di Carla Fendi, la stilista e regina del Made in Italy.

La stilista romana, quarta delle cinque sorelle Fendi (Paola, Alda, Anna e Franca), seconda generazione del marchio Fendi, maison di moda famosa in tutto il mondo.

C_2_fotogallery_3013026_9_image

Nel 1960, dopo la morte del padre, prese in mano la maison. Nel 1965, cominciò insieme alle sorelle le attività delle pellicce, fino alla svolta:  Karl Lagerfeld. Uno dei modelli che portò alla sua prima collezione fu cincillà color albicocca. «Quando un disegno non gli piaceva lo gettava nel cestino, io andavo a raccoglierlo», raccontò Carla Fendi. Negli Anni ’90 la rivoluzione della borsa baguette. La borsa fino allora era piccola, rigida, c’entrava poca roba. «Noi ci siamo dette: oggi le donne lavorano, qui bisogna cambiare tutto. Era il momento dei materiali poveri. Non ci aveva ancora pensato nessuno alla borsa a tracolla, pratica, comoda, morbida, leggera». Si deve al suo intuito e genialità il grande successo del brand della doppia F nel mondo, quando negli anni ’70 decise di dedicarsi al settore delle pubbliche relazioni puntando sul difficile mercato americano.

download

Con la crescita dell’azienda, Carla Fendi, pur continuando a collaborare alla creazione si occupa in modo specifico della comunicazione, dall’ufficio stampa, alla pubblicità, all’immagine, alle manifestazioni. Ed è proprio in questo ambito che nasce negli anni Ottanta il suo grande interesse per Spoleto e per il suo Festival, scegliendo di legare il marchio Fendi alla manifestazione.Nel 2007 aveva creato la Fondazione Carla Fendi per promuovere le sue grandi passioni: l’arte, il teatro e la musica.

Presidente onorario del Gruppo Fendi, signora della moda e mecenate si è spenta il 19 giugno intorno alle ore 21, all’età di ottanta anni.

 

↓ DAI UN'OCCHIATA ANCHE A QUESTI ARTICOLI ↓