ESPADRILLES PULITE TUTTA L’ESTATE

0 views Leave a comment

immagine A

La sensazione di freschezza , libertà e comodità che danno le espadrilles è impareggiabile e fa di questa amatissima babbuccia di stoffa, nata nel quattordicesimo secolo sui Pirenei e nei Paesi Baschi e approdata a metà del Novecento in America, un evergreen intramontabile, un capo basic per tutte le occasioni che tutti, uomini e donne di qualsiasi età, sfruttano al massimo nei mesi caldi, rendendola la trionfatrice indiscussa del footwear estivo. Difficile, dunque, trovarle dei difetti. Eppure uno ce n’è: la tendenza a sporcarsi molto facilmente, soprattutto se è bianca, rosa, verdino o celeste chiaro oppure gialla. Inoltre, la tomaia di tela o cotone e la suola di corda o juta non ne garantiscono una durata molto lunga, rendendo necessario rinnovarne l’acquisto almeno a ogni estate. Fondamentale, dunque, per non essere costretti a ricomprarle di continuo, conoscere il metodo migliore per tenerle pulite e per eliminarne le macchie, così evidenti sulla delicata tela grezza in cui sono fabbricate. Il modo più semplice e sicuro per pulirle è il lavaggio a mano: ricordate che mettere le vostre espadrilles in lavatrice in un momento di debolezza al ritorno da una lunga giornata fuori casa può rovinare irrimediabilmente le vostre amate scarpe di corda!

In alternativa al lavaggio automatico vi suggeriamo quindi alcuni semplici sistemi che vi eviteranno di acquistare nuove espadrilles una volta al mese.

Cominciare dalle suole

IMMAGINE B

Se anche in estate fate chilometri a piedi avanti e indietro tra casa e lavoro o se, per tenervi in forma durante le belle giornate, cercate di allungare i tratti a piedi prima di raggiungere il luogo di destinazione, ci sono buone probabilità che, in breve tempo, le vostre espadrilles non sfoggeranno più i colori brillanti che avevano il giorno in cui le avete acquistate. Il modo migliore per rimuovere ogni traccia di sporco dalla parte in juta è di passare sulle suole uno straccetto umido precedentemente immerso in acqua detergente ripetendo l’operazione quante volte necessario e lasciar poi le scarpe ad asciugare. Se si tratta di espadrilles in pelle, è consigliabile usare un detergente specifico tra quelli reperibili in commercio.

Pulire strofinando le parti più sporche

IMMAGINE C

Prima di procedere, assicuratevi che le macchie di sporco si siano asciugate: è molto più difficile e rischioso rimuovere una macchia ancora umida in quanto si espanderebbe al resto della scarpa creando indesiderabili aloni. Una volta certi, quindi, che le macchie sono asciutte e sono state assorbite, immergete una spugnetta o una salvietta di stoffa in acqua calda con del detergente delicato e strofinate energicamente le parti molto sporche senza bagnare il resto della scarpa. Questa operazione serve a preservare la qualità della tela o della pelle in cui è fabbricata e nello stesso tempo a rimuovere tutta la sporcizia depositatasi nelle parti inferiori. Non trascurate la rimozione dello sporco dagli interstizi degli intrecci delle corde o dalle parti in pelle o in canapa grezza aiutandovi con uno spazzolino, sempre imbevuto di detergente.

Pulizia e manutenzione costanti per una qualità di lunga durata

IMMAGINE D

Non meno importanti sono un adeguato trattamento e una buona manutenzione dopo ogni uso. Se le vostre espadrilles si bagnano sotto la pioggia, lasciatele asciugare con l’aria in modo che l’umidità non resti impregnata ma evapori e poi proteggetele con uno spray idrorepellente, deodoratene l’interno e rimuovete ogni traccia di muffa e di cattivo odore.

Approfittate delle nuove tendenze: indossatele con i calzini!

IMMAGINE E quater

Appena acquistate le vostre espadrilles, è bene che le custodiate, almeno per le prime due settimane, nella loro scatola originale o in una sacca che le protegga dalla polvere. Indossate con i calzini, le protegge invece dall’umidità e dal sudore.

↓ DAI UN'OCCHIATA ANCHE A QUESTI ARTICOLI ↓