Autre Chose: calzature estive per ogni occasione

0 views Leave a comment

Lo stile l’Autre Chose è femminile, innovativo, contemporaneo ed essenziale. Conosciuto per la sua estetica chic, ma con un approccio libero alla vita, spazia dalla pelle alla seta stampata, dai dettagli artigianali alle silhouette essenziali. La prima collezione Ready-to-Wear è stata lanciata nel 2005 ed è stata disegnata da Michela Casadei, la moglie di Alfredo Boccaccini. Oggi Michela è anche il direttore creativo del marchio.

Oggi vi mostriamo alcuni dei modelli della collezione Primavera/Estate 2016, perfetti per accompagnarvi in diverse tipologie di serate ed eventi, facendo sempre un’ottima figura.

Partiamo da un sandalo basso dai colori vivaci e contrastanti, elevato da tacco 5cm. Trasmette gioia, divertimento, e perciò è perfetto da indossare durate aperitivi o feste in cui non è richiesta troppa formalità. I suoi colori incantano lo sguardo, per cui farete senz’altro un figurone.

Passiamo poi ad un sandalo alto in camoscio con cinturino alla caviglia e suola in cuoio. Un bel tacco da 10cm vi donerà una maggiore altezza e slancerà le linee di gambe e caviglie. Il camoscio in colore taupe è molto estivo. Anche queste calzature possono essere usate sia durante il giorno, che durante la sera. Fresche e estive nella loro tonalità, sono ideali se volete slanciarvi con stile.

Se amate il bianco, colore estivo per eccellenza, che dona luminosità e freschezza all’outfit, potete putare sui sandali alti in pelle bianca, con plateau da 2cm e mezzo e tacco da 10 cm. Raffinate, sono perfette per aperitivi e serate in location più chic e ricercate.

Se invece siete amanti del nero, ci sono  le scarpe con tacco open toe, realizzate in pelle nera, con suola in cuoio. Sono elevate da un tacco da 11cm e hanno un plateau da 2cm. Il nero, si sa, sta bene con tutto, ed è un colore elegante. In base al vostro outfit, potrete indossarle durante serate più o meno glam.

Ti piacciono? (clicca su un’immagine per aprire la gallery)

↓ DAI UN'OCCHIATA ANCHE A QUESTI ARTICOLI ↓