SOCIABLE SHOE, LA SCARPA CHE VI FARÀ DIMENTICARE LO SMARTPHONE

0 views Leave a comment

4

La scarpa che vi permetterà di vivere nel presente senza più usare lo smartphone nasce sulla scia di Project Jaquard, l’avveniristico progetto che ha visto la luce in casa Google nel 2015 ad opera del suo leggendario designer interattivo Ivan Poupyrev e che, realizzato tramite Motorola, per primo ha trasformato i capi di abbigliamento e relativi accessori in un touch screen o, per essere più precisi, in dispositivi dotati di tecnologia touch provvisti delle stesse funzioni di cui sono dotati telefoni cellulari, tablet e pc.

A seguito del progetto-pilota di Google, i laboratori del MIT (Massachussetts Institute of Technology), stanno inoltre mettendo a punto delle calzature vibranti in grado di guidare chi le indossa verso il luogo di destinazione prescelto tramite un sistema GPS che fornisce le corrette indicazioni stradali per raggiungerlo.

Ma diverse sono anche le industrie del settore della moda che si stanno attivando su tale versante. Tra queste, la Anatomic & Co., un marchio di footwear maschile che, convinto che la smart fashion stia imboccando una direzione sbagliata, ha creato le Sociable Shoes. Queste scarpe, invece di collegarsi allo smartphone, permettono a chi le indossa di disconnettersi da esso, spegnendo il segnale delle notifiche e favorendo così la concentrazione sul qui e ora.

“L’idea all’origine della nascita di questa scarpa trae ispirazione dalle neuroscienze cognitive e dal fatto che il nostro cervello sta riprogettando la propria struttura per adeguarsi ai cambiamenti tecnologici e culturali” è quanto afferma Duane Holland della DH Ready, la società di consulenza creativa che ha ideato il concept della Sociable Shoe per la Anatomic & Co. “Il nostro cervello sta passando da un modello di apprendimento basato sulla memoria a un modello basato sul multitasking che ci permette di gestire informazioni multiple su piattaforme multiple e dispositivi multipli. Ogni giorno la tecnologia ci chiede di più, così, per conservare un rapporto armonioso tra essa e l’uomo, l’unico modo è che si faccia da parte, essenzialmente usando la tecnologia per distogliere la tecnologia”.

Osservata ad occhio nudo, la Social Shoe è una classica brogue in pelle nera, da indossare in un ristorante particolare, a un galà, o in un club. La bella suola in gomma blu elettrico nasconde un chip che comunica con una app Anatomic & Co. per controllare le notifiche che arrivano sullo smartphone avvisando solo in caso di chiamate o messaggi d’emergenza. La Social Shoe è inoltre priva di pulsanti: per mettere a tacere il cellulare basta indossarla.

Come suggerisce il suo nome, questa scarpa è nata come possibile soluzione al problema della nostra tendenza a isolarci dagli altri all’interno di contesti sociali a causa delle continue notifiche che arrivano sui nostri cellulari distraendoci.

“Basta osservare, in qualsiasi bar o ristorante entriate, come la maggior parte delle persone abbia lo sguardo rivolto allo schermo del proprio smartphone piuttosto che essere intenta a conversare con la persona che ha davanti” dice ancora Holland. “Queste scarpe offrono la possibilità di filtrare le notifiche indesiderate evitando al tempo stesso l’ansia provocata dal tenere il cellulare completamente spento”. Per questo Holland vede le Sociable Shoes come “benessere da indossare” in grado di coniugare tecnologia e consapevolezza per aiutare le persone a condurre una vita più equilibrata. “Ciò che rende speciale questo benessere da indossare” aggiunge ancora Holland, “è il fatto che dà alla tecnologia obiettivi basati su reali desideri e bisogni umani. È un’innovazione che non mira, come tutte le altre, alla connettività digitale, ma all’empatia digitale”.

La Sociable Shoe verrà lanciata sul web questa estate all’interno della collezione Atomic & Co. in una gamma limitata di modelli, in attesa del lancio vero e proprio che si spera avverrà nei primi mesi del 2017, a un costo ancora non determinato.

Restate connessi per non connettervi!

↓ DAI UN'OCCHIATA ANCHE A QUESTI ARTICOLI ↓