CANNES CHIUDE CON IGGY POP IN CIABATTE

0 views Leave a comment

iggy-pop-gucci-slide-sandalsLa 69esima edizione del festival di Cannes è giunta al termine e uno dei suoi protagonisti indiscussi in materiaiggy-pop-slide-sandals-gucci di look è stato senza dubbio l’immarcescibile Iguana del Rock. Sulla Croisette per promuovere “Gimme Danger”, la pellicola autobiografica girata dal suo grande amico e leggendario regista Jim Jarmush sulla storica band statunitense degli Stooges, Iggy Pop, icona del rock underground, nelle fila del mitico gruppo rock-proto-punk fin dalla sua fondazione nella metà degli anni Sessanta, è apparso sabato sul red carpet in giubbino di pelle nera, T-shirt bianca, jeans skinny (anche questi neri) e … ciabatte da doccia, rompendo il tacito ma ferreo dress code del festival transalpino che impone agli uomini completi rigorosamente giacca e cravatta e alle donne l’irrinunciabile abito da sera.

Le ciabatte non rappresentano più una novità (sono di gran moda già da qualche anno), ma il sessantanovenne cantante del Michigan non ne ha indossato un paio qualsiasi: in linea con il trend adottato nel sud della Francia nel corso di questa settimana che fa della calzatura casual un must assoluto, ha scelto delle pantofole firmate Gucci quotate 175 dollari sul sito ufficiale della maison. In più, le sue sono personalizzate, essendo una di alcuni centimetri più alta dell’altra per via di un incidente sportivo avvenuto quando aveva tredici anni e che gli ha reso la gamba destra più corta di quasi 4 centimetri rispetto alla sinistra.

Più che giustificata la scelta di una calzatura ultra-comoda quindi, ma resta il fatto che solo un sovrano riconosciuto della sfrontatezza come lui può permettersi di correggere l’handicap con un paio di Gucci su misura e che solo con uno status come il suo ci si può concedere il lusso di indossare qualunque cosa sul red carpet.

E voi, ve la sentite la prossima estate di osare altrettanto indossando un paio di ciabatte come le sue ogni volta che vorrete?

IGGY POP E JIM JARMUSCH A CANNES

 

 

 

↓ DAI UN'OCCHIATA ANCHE A QUESTI ARTICOLI ↓