L’ultimo imperatore della moda: la storia di Valentino e del suo Rosso

0 views Leave a comment

In questi mesi vi abbiamo raccontato la storia di tanti grandi marchi che hanno fatto la storia della moda mondiale, come potevamo allora lasciare da parte l’uomo che è stato definito l’ultimo imperatore della moda?
Valentino Clemente Ludovico Garavani nasce a Voghera, vicino Pavia, nel 1932 e fin da giovane sono chiare le sue intenzioni e il suo spiccato talento: inizia subito a fare gavetta presso molte sartorie tra cui quella della zia Rosa.
Spinto dal desiderio di spiccare il volo tra i grandi si trasferisce a Parigi dove studia presso l’Accademia di Belle Arti e si lascia trasportare dalla passione e dall’atmosfera della grande moda parigina di quegli anni roventi.
Una volta terminato il percorso di studio torna in Italia con la sua carica di nozioni e voglia di fare e inizia a farsi conoscere nella nazione semplicemente come Valentino.
La vera svolta della sua vita sentimentale e professionale avviene però nel 1960 quando conosce il suo socio e compagno per la vita Giancarlo Giammetti, al quale affiderà praticamente l’intera società affinchè la gestisca.
La prima vera e propria uscita pubblica è solo due anni dopo quando riesce a entrare nella lista degli stilisti che sfileranno a Palazzo Pitti e, essendo il più giovane fra tutti, viene confinato all’ultima ora dell’ultimo giorno ma questo non lo ferma, anzi!
Ottiene un successo strepitoso grazie all’innata eleganza e femminilità delle sue creazioni e il suo nome inizia a farsi largo nel mondo dell’alta moda di tutto il mondo.

So cosa vogliono le donne, essere bellissime.

Di anno in anno, grazie alle sue collezioni sempre più strepitose, il suo nome diventa fondamento per molte donne dello spettacolo prima fra tutte è Jackie Kennedy, sicuramente identificata come la sua musa.
Ma quello che davvero dà l’accesso a Valentino nell’Olimpo dell’Alta Moda è il suo colore che lo contraddistingue: il Rosso Valentino, una sfumatura tra il porpora, il carminio e il cadmio. Questo diventa un colore base che prende il suo nome, caratterizza ogni sua collezione e probabilmente non lo abbandonerà mai.
Nel 1998 dopo anni di continui e rinnovati successi vende l’azienda per 300 milioni di dollari e fa da registra alla sua ultima sfilata dieci anni dopo, nel 2008, sotto scroscianti applausi. La festa di congedo sarà poi al Colosseo con ballerine che volteggiano in cielo immerse in un Rosso Valentino che ha lasciato tutti senza parole.

Amo la bellezza, non è colpa mia.

Tutto quello che ha creato è ormai eterno e non possiamo che continuare ad ammirare estasiate ogni sua collezione, prendendo spunto per i nostri look dall’innata e raffinata eleganza delle sue creazioni.

↓ DAI UN'OCCHIATA ANCHE A QUESTI ARTICOLI ↓