Scarpe di gran classe!

0 views Leave a comment

Come si realizza una scarpa di classe?

Innanzitutto si parte con la misurazione del piede col nastro da calzolaio, che conta 60 centimetri su uno dei lati e dall’altro è suddiviso in quarti di pollice o stitch, che significa punto. Non tutti sanno che il numero che leggiamo, per esempio un 44, corrisponde proprio agli stitch, unità a sua volta suddivisa in sei frazioni che rappresentano la lunghezza ideale di un punto da calzolaio. Le misure principali sono le circonferenze della calzata, la massima larghezza tra le teste metatarsali, e del diametro nel punto più alto, ovvero il collo. La forma sulla quale si andrà a costruire la propria scarpa va scelta in modo che si adatti sia al modello sia al piede, ma perché sia veramente a misura occorre toglierle qualcosa con raspa e lima o aggiungerlo con colla e cuoio. Una volta sbozzata e lisciata, la forma viene coperta con lacarta adesiva su cui si disegnerà il modello. È uno dei momenti chiave in cui dobbiamo chiederci quale sia la proporzione perfetta e azzardarla nero su bianco, per vedere tutte le scarpe con un occhio nuovo. La carta col disegno del modello viene rimossa dalla forma e messa in piano. Apportate delle correzioni standard, per ogni scarpa si ritaglia un modello bidimensionale su cartoncino. Così nasce il prototipo. Da questo si ricava un primo prototipo in pelle vile, che servirà per la prova. Dopo la prova del campione si apportano modifiche alla forma e al modello, su cui si tagliano la tomaia definitiva e la sua fodera. Il passaggio più rilevante è a questo punto l’applicazione del guardolo. L’ultima operazione, la lucidatura, è tra le più coinvolgenti. Chi abbia scelto una pelle naturale deve prima tingerla, rischiando di compromettere tutto. Provandole su ritagli di pelle prende confidenza con le tinture, poi procede col proprio paio. Tutti devono comunque tingere il fondo, cioè lasuola. Nella lustratura finale, fantasia e rigore si combinano in formule irripetibili. Il lavoro fatto mille volte appare diverso, perché irreversibilmente diverso è il rapporto con le scarpe fino a raggiungere il risultato perfetto!

 

↓ DAI UN'OCCHIATA ANCHE A QUESTI ARTICOLI ↓