Mary Jane: un fumetto che diventa una scarpa

0 views Leave a comment
mary jane scarpemagazine
Mary Jane, la bambina del fumetto Buster Brown

Avete presente le scarpe nere che indossa la protagonista del cartone Disney “Alice nel Paese delle Meraviglie”? Sono delle mary jane. E le scarpine di vernice che siamo soliti associare a Shirley Temple? Mary jane anche quelle! Come è possibile, dunque, che queste infantili scarpine dalla punta tonda col cinturino sul collo del piede possano diventare, di questi tempi, addirittura sexy? È possibile, altroché se è possibile: un uomo come Christian Louboutin, ma anche uno come Manolo Blahnik, sono certamente in grado di proporre rivisitazioni di questa scarpa che ricordino le sue origini puerili senza esserne, però, schiave.

Il nome “Mary Jane”, che è un nome proprio inglese, deriva dalla sorella di Buster Brown, protagonista di un celebre fumetto di Richard Outcault risalente ai primi anni del ventesimo secolo. Ci troviamo proprio in questo periodo quando Mary Jane diventa una scarpa. Fa un po’strano vedere le scarpe di vernice delle bimbe all’inizio del secolo scorso e vedere, oggi, le sensualissime mary jane di Prada, Dolce & Gabbana o Schiaparelli. Fra i personaggi che hanno reso celebre questa scarpa, nel mondo della moda, bisogna assolutamente ricordare la bellissima Twiggy.

↓ DAI UN'OCCHIATA ANCHE A QUESTI ARTICOLI ↓