E se le scarpa fosse empatica?

0 views Leave a comment

Dai progetti ancora su carta come quello di Shift! di cui abbiamo parlato qui, a quelli già lanciati come il Design Your Sneakers! di Converse, la personalizzazione della scarpa è un vero e proprio trend del momento nel mondo della moda.

Il gruppo di artigiani delle scarpe The Meaningful Shoe Company si spinge ancora oltre e azzarda la mossa successiva, le Empathy Shoes, una scarpa empatica in grado di fare da interprete all’umore di chi la indossa e di comunicarlo. L’ idea alla base di tutto è che la scarpa non debba riproporre solo un colore o uno stile seriale, che non si debba poter modificare solo in alcuni dettagli ma possa esprimere ogni singola personalità. La società è profondamente convinta che la suola stessa sia una superficie che riflette l’umore, i valori, i sentimenti di chi la indossa, un po’ come la pelle tatuata. Questi artisti-artigiani, che si dividono tra Porto e Berlino, dopo aver preso lezioni dai più importanti tatuatori d’Europa, creano delle vere e proprie opere d’arte nella suole delle scarpe, a mano e con l’aiuto del laser, trovandosi a lavorare direttamente coi sentimenti e col mondo del fruitore finale, creando modelli unici e “parlanti”.

Come una tela, infatti, la suola diventa il proprio spazio artistisco di espressione, uno spazio su cui lasciare un messaggio, un disegno, il tutto su una scarpa minimalista di ispirazione Bauhaus.

↓ DAI UN'OCCHIATA ANCHE A QUESTI ARTICOLI ↓